Girando per le strade giapponesi è difficile non trovare degli stand che vendono takoyaki, queste succulente palline di pastella ripiene di polpo sono uno degli snack più famosi in Giappone. So che l'aspetto può sembrare un po' strano ma in realtà gli ingredienti sono semplici e il risultato consistei in palline croccanti fuori e morbide dentro con questo ripieno saporito e gustoso.

La particolarità dei takoyaki sta nello stampo in cui vengono cotti: una piastra in ghisa (molto pesante) che va fatta riscaldare molto bene sul fuoco per far si che le palline diventino subito croccanti all'esterno e restino morbide e succose all'interno.

Oggi sono in vendita online molte piastre elettriche che preparare questo piatto, penso sia possibile provare ad usare anche una di quelle piastre per cake pops ma non saprei dire quale possa essere il risultato, non avendola mai utilizzata. 
Io ho comprato la mia su Japancentre.com, il costo varia in base alle quotazioni dello yen e se siete fortunati riuscite a trovarla per meno di 30 euro.

 

Gli ingredienti dei takoyaki possono comprendere o no il cavolo tagliato sottile, a me piace perché rende il piatto più gustoso e nutriente, ma potete anche evitare di metterlo.

Ecco la ricetta per i takoyaki per 16palline che possono essere una portata principale per due persone o un antipasto per 4.

INGREDIENTI (per 16pz)

Per la pastella:
1 uovo
340ml di acqua
1/2 cucchiaio di dashi in polvere 1 cucchiaio di salsa di soia Un pizzico di sale
100gr di farina

Per il ripieno
150gr di polpo bollito
1 cucchiaio di zenzero sott'aceto (benishoga)
2 cipollotti freschi
3 foglie di verza tritate finemente

Per il condimento:
Salsa Okonomiyaki o Tonkatsu
Aonori - Alghe tritate secche Katsuobushi - Fiocchi di pesce Maionese

 

  • Tagliate a cubetti il polpo lessato e tritate lo zenzero sott'aceto, affetta- te sottilmente i cipollotti.
  • Se avete una piastra per takoyaki di ferro o ghisa, ungetela abbondan- temente e mettetela sul fuoco prima di preparare la pastella, per farla scaldare bene. Se la piastra non è abbastanza calda, i takoyaki non si staccheranno. Utilizzate anche uno spargi fiamma per far scaldare la piastra uniformemente.
  • In una ciotola sbattete l'uovo, aggiungete l'acqua, mescolate ancora e aggiungete il dashi granulare, la salsa di soia e il sale. Fate sciogliere il tutto e aggiungete la farina un po' alla volta. Mescolate finché saran- no sparite tutte le "tasche" di farina, ma senza mescolare troppo.
  • Quando la piastra è ben calda, riempite lo stampo per takoyaki per l'80% con la pastella, mettete uno o due cubetti di polpo in ogni semisfera nello stampo, a seconda della dimensione, cospargete lo zenze- ro e i cipollotti, aggiungete ancora un po' di pastella e fate cuocere.
  • Appena la pastella tra un foro ed un altro è cotta, staccatela bene e con dei bastoncini aiutatevi a ruotare ogni pallina di 90 gradi.
  • Aiutandovi con dei bastoncini, girate ancora le palline fino a formare delle piccole sfere. Quando saranno ben sigillate, continuate a ruotarle finché saranno ben dorate.
  • Servite su un piattino 8 takoyaki a persona (o 4 se come antipasto o assaggio) senza ulteriori condimenti se le preferite semplici, se invece volete provarle con le salse, ricopriteli con un po' di salsa okonomiyaki, maionese, aonori e katsuobushi.

 

 

Un viaggio alla scoperta della cucina giapponese.

© 2016 Elisa Gennari. All rights reserved